Via di Bravetta, 818 – 00164 Roma (RM)

|  CHIAMA ORA (06) 66160931

Il bruxismo è un disturbo del movimento orale caratterizzato da contrazioni involontarie e ripetitive dei muscoli masticatori della mascella, che possono portare a serramento o sfregamento dei denti in modo inconsapevole e involontario. Questa condizione può manifestarsi durante il sonno (bruxismo notturno) o durante il giorno (bruxismo diurno) e può essere associata a varie cause, tra cui stress emotivo, disturbi dell’articolazione temporomandibolare, problemi dentali o malocclusioni dentali. Il bruxismo può causare danni ai denti, alla mascella, ai muscoli e ai tessuti circostanti, oltre a sintomi come mal di testa, dolore alla mascella e difficoltà a masticare.

I sintomi

Il bruxismo può essere difficile da rilevare, poiché spesso si verifica durante il sonno. Tuttavia, ci sono alcuni sintomi che potrebbero indicare la presenza di bruxismo, tra cui:

  1. Dolore alla mascella: il bruxismo può causare dolore alla mascella, soprattutto al mattino, poiché i muscoli della mascella sono stati attivi per lungo tempo.
  2. Denti consumati o danneggiati: il serramento o la sfregamento dei denti può causare l’usura dei denti, che possono diventare piatti, creparsi o addirittura allentarsi.
  3. Dolore ai denti: il bruxismo può causare dolore ai denti, soprattutto quando si mangia o si beve qualcosa di caldo o freddo.
  4. Dolore alla testa o al collo: il serramento o la sfregamento dei denti possono causare tensione muscolare nella testa e nel collo, che può causare mal di testa o dolore al collo.
  5. Suoni durante il sonno: il bruxismo può causare rumori durante il sonno, come il suono del serramento dei denti o il cigolio.
  6. Problemi di sonno: il bruxismo può causare interruzioni del sonno o problemi di sonno, poiché il serramento o la sfregamento dei denti possono causare fastidi o dolore.

Se si sospetta di soffrire di bruxismo, è importante rivolgersi a un dentista o a un medico per una diagnosi e un trattamento adeguati.

Cause

Il bruxismo può essere causato da molteplici fattori, tra cui lo stress e l’ansia, poiché possono aumentare la tensione muscolare e portare a serramento o sfregamento dei denti.

Un’altra causa potrebbero essere problemi dell’articolazione temporomandibolare (ATM), come la disfunzione della mandibola.

Le Malocclusioni dentali, che sono la posizione errata dei denti può causare una maggiore attività muscolare durante il sonno, portando al bruxismo.

Gli Effetti collaterali di alcuni farmaci come gli antidepressivi possono causare il bruxismo.

Il bruxismo, inoltre,  può essere associato a disturbi del sonno come l’apnea del sonno.

Non dimentichiamo i fattori genetici, infatti, alcuni studi hanno suggerito che il bruxismo può essere ereditario.

Tra gli altri fattori che possono causare il bruxismo, ci sono lesioni cerebrali, problemi neurologici e disturbi psichiatrici come la schizofrenia.

Che cosa si intende per bruxismo avanzato?

Il bruxismo avanzato si riferisce a una forma più grave e persistente di bruxismo, che può causare danni significativi ai denti, alla mascella e ai tessuti circostanti. In genere, il bruxismo avanzato è associato a una maggiore attività muscolare durante il sonno o durante il giorno, che può essere causata da fattori come lo stress emotivo, problemi dell’articolazione temporomandibolare, malocclusioni dentali o uso eccessivo di sostanze come alcol o droghe.

Il bruxismo avanzato può causare una serie di sintomi, tra cui mal di testa, dolore alla mascella e ai denti, affaticamento muscolare, difficoltà a masticare e sensibilità dentale. Inoltre, il bruxismo avanzato può portare a danni permanenti ai denti, come fratture, scheggiature, usura eccessiva dello smalto e del tessuto dentale sottostante, nonché a problemi di occlusione e di allineamento dei denti.

Il trattamento del bruxismo avanzato dipende dalle cause del disturbo, ma può includere terapie comportamentali come la gestione dello stress, la riduzione dell’assunzione di sostanze come l’alcol e il tabacco, l’uso di dispositivi protettivi come le placche occlusali, e in alcuni casi, farmaci specifici o interventi chirurgici.

Bruxismo nei Bambini

Anche i bambini possono soffrire di bruxismo, che si manifesta come il serramento o la sfregamento dei denti durante il sonno. Il bruxismo nei bambini può essere causato da molteplici fattori, tra cui l’ansia, lo stress, il sonno agitato, le malocclusioni dentali e lo sviluppo delle dentizione. Inoltre, alcuni bambini potrebbero iniziare a serrare o a sfregare i denti a causa dell’aspetto sensoriale o del comportamento, come l’abitudine di succhiare il pollice o di mordere oggetti.

In molti casi, il bruxismo nei bambini scompare da solo senza la necessità di alcun trattamento, poiché spesso si verifica durante lo sviluppo dei denti e delle mascella e tende a diminuire con l’età. Tuttavia, se il bruxismo persiste e causa sintomi come mal di testa, dolore alla mascella o problemi di sonno, il pediatra o il dentista del bambino potrebbero raccomandare il trattamento.

Le opzioni di trattamento per il bruxismo nei bambini includono l’uso di una placca occlusale realizzata su misura, la terapia comportamentale per ridurre l’ansia e lo stress, il controllo delle abitudini dannose come il succhiare il pollice e il mordere oggetti, e in alcuni casi, farmaci come i rilassanti muscolari. Inoltre, un’attenzione particolare alla salute orale del bambino, come la pulizia dei denti regolare e la riduzione dell’assunzione di zuccheri, può aiutare a prevenire il bruxismo e altri problemi dentali.

Come curare il Bruxismo

Il bruxismo può essere trattato in diversi modi, a seconda della causa sottostante e della gravità del disturbo.

Alcune opzioni di trattamento comuni sono per esempio le placche occlusali, che sono dispositivi protettivi realizzati su misura dal dentista che vengono indossati di notte per proteggere i denti e ridurre la tensione muscolare.

E’ molto importante alle placche occlusali, se il bruxismo ha causee psicologiche, aggiungere terapie comportamentali: la gestione dello stress, la terapia cognitivo-comportamentale, il biofeedback e la ginnastica mandibolare possono aiutare a ridurre il bruxismo.

In alcuni casi, i farmaci come i rilassanti muscolari, gli antidepressivi e gli ansiolitici possono essere utilizzati per ridurre i sintomi del bruxismo.

In caso di malocclusioni o di problemi dentali che causano il bruxismo, potrebbe essere necessario sottoporsi a un trattamento ortodontico o a una riparazione dentale per correggere il problema.

Alcuni rari casi, hanno necessità della chirurgia, per correggere problemi fisici che causano il bruxismo, come l’articolazione temporomandibolare.

Inoltre, ci sono alcune misure che possono essere adottate per ridurre il bruxismo, come evitare l’assunzione di sostanze stimolanti come la caffeina e l’alcol, praticare esercizi di rilassamento muscolare, mantenere una buona igiene orale, evitare di mordere le unghie e le matite, e cercare di ridurre lo stress nella vita quotidiana.

Digrigni spesso i denti?
Contattaci per una consulenza

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *